• Readers Rating
  • Rated 5 stars
    5 / 5 (1 )
  • Your Rating


Digital transformation nelle banche

L’innovazione digitale non accenna a fermarsi, ha stravolto i metodi e le strategie di lavoro di molte aziende e startup, ma soprattutto ha portato ad un brusco cambiamento del settore finanziario e nel mondo del banking.

La digital transformation nelle banche ha portato ad un’evoluzione dei processi bancari tradizionali. Inoltre sono state create delle piattaforme di digital banking per usufruire dei servizi online, fino ad arrivare alla possibilità di effettuare pagamenti digitali innovativi. Le banche hanno cominciato a valutare e sperimentare l’uso della tecnologia dopo la crisi finanziaria del 2008. La perdita di fiducia nei confronti del sistema bancario tradizionale e la digitalizzazione di svariati settori, hanno portato le banche a dover reagire. 

Vediamo insieme quali sono i cambiamenti portati dalla digital transformation nelle banche e come l’innovazione tecnologica ha trasformato il settore finanziario

 

Banche e innovazione tecnologica 

La digital transformation nelle banche (detta anche banking transformation) è una diretta conseguenza dell’innovazione tecnologica che stiamo vivendo da svariati anni. La diffusione sempre maggiore dell’uso di smartphone, tablet, applicazioni e servizi online ha reso necessario un cambiamento. Il mercato dei servizi bancari e finanziari, come anche quello dei servizi assicurativi, si è dovuto adattare applicando una digitalizzazione a 360° attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie

 

 

Personalizzazione della customer experience

Il cliente tipo odierno è alla continua ricerca di prodotti e servizi semplici, intuitivi e facili da utilizzare. Il consumatore si aspetta un’esperienza personalizzata, fatta apposta per lui, per questo motivo è cruciale curare la customer experience. La digital transformation nelle banche permette di utilizzare i dati relativi al cliente e sfruttarli come informazioni utili sia per la banca che per il cliente stesso. Personalizzare l’offerta per un cliente aiuta la banca a costruire delle relazioni solide con i consumatori, che sono fondamentali per creare retention.

Oltre alla personalizzazione della customer experience, la banca deve porre attenzione all’uso delle piattaforme digitali.

 

Digital banking 

La digitalizzazione delle banche è realtà! Il digital banking offre la possibilità di svolgere ogni giorno, 24 ore su 24, delle operazioni bancarie comodamente da casa. Possiamo effettuare versamenti, bonifici o pagamenti di bollette/bollettini e non solo. Grazie alla trasformazione digitale dei processi bancari, il digital banking mette a disposizione anche servizi di consulenza finanziaria online tramite i robo-advisor. Oramai si decide di andare in banca solo se strettamente necessario, proprio perché molte operazioni si possono svolgere tramite un’app o un sito web.

Il digital banking è possibile grazie all’utilizzo dell’AI (Artificial Intelligence), del Machine Learning, del Cloud Computing e dei Big Data. Queste nuove tecnologie permettono di analizzare le informazioni sui clienti, massimizzare l’offerta da proporre e fornire assistenza in maniera pratica e veloce H24 (robo-advisor). La digitalizzazione dei processi bancari dà così modo di fornire servizi efficienti e veloci alla clientela di riferimento. 

 

digital banking

Free image from Pixabay

 

Le API di open banking e la PSD2

Con l’entrata in vigore della PSD2 (Payment Services Directive 2), cioè la direttiva europea che regola i nuovi pagamenti digitali, si ha una svolta nel settore dei pagamenti elettronici. Sostanzialmente le banche devono aprire le loro API (Application Program Interface) a startup FinTech, alle Telco e ai TPP (Third Party Providers).

Con la PSD2 le banche devono fare open banking, permettendo ai TPP di accedere in sicurezza ai conti dei clienti e alle informazioni sui pagamenti, al fine di poter proporre nuovi prodotti e servizi incentrati sul cliente. In pratica l’utente ha modo di compiere operazioni di pagamento o accedere al proprio rendiconto bancario tramite software creati da terze parti autorizzate. Grazie alle API si possono anche usare gli smartphone per pagare nei negozi, una nuova frontiera dei pagamenti digitali. 

 

Fintegration: l’alleanza tra banche e FinTech

Banche e startup FinTech sono destinate a collaborare, la Fintegration è una realtà concreta e la direttiva europea PSD2 ne è la conferma, ma non solo. C’è una minaccia che crea sempre più paure da parte del mondo bancario: i colossi digitali.

BigTech come Amazon, Google e Facebook si stanno avvicinando al settore finanziario e vogliono farne parte. Aziende come queste hanno accesso a una mole di dati gigantesca di utenti già clienti di banche tradizionali. È scontato dire che questi dati verranno usati per proporre offerte personalizzate e su misura del cliente, rischiando di perderlo definitivamente. Proprio per questo motivo la collaborazione con le startup FinTech è indispensabile: una collaborazione stretta può frenare la corsa delle BigTech e magari creare qualcosa di innovativo. 

 

Scopri il nostro servizio di open innovation

 

Digital transformation e digital payment

La nuova direttiva PSD2 ha introdotto dei nuovi pagamenti digitali fatti su misura per i mobile devices. Viviamo in un’epoca in cui siamo abituati ad avere tutto a portata di smartphone. Quasi tutti svolgiamo le principali operazioni giornaliere tramite un mobile device, oramai diventato indispensabile nella vita di tutti i giorni.

La digital transformation nei pagamenti ha portato alla nascita dei così detti Mobile Payments, cioè “pagamenti su dispositivi portatili”. Invece di usare i contanti o la carta di credito, un cliente può usare direttamente lo smartphone per effettuare un pagamento.

Il digital payment porta il mondo servizi bancari fuori dalle banche, allargandone così le dinamiche di utilizzo. Lo sviluppo di pagamenti digitali innovativi, con l’ausilio delle nuove tecnologie, permette di migliorare la fluidità delle transazioni e promuovere l’affidabilità.

 

 

New digital payment

Effettuare pagamenti tramite sistemi di ePayment, Mobile Payment o tramite carte contactless, quindi, Contactless Payment, è diventato all’ordine del giorno. Il settore bancario necessita di adeguarsi alla trasformazione digitale dei pagamenti, perché le persone vorranno effettuare transazioni finanziare alla stessa maniera. Non si tratta, quindi, solo di un cambiamento degli acquisti online, ma della possibilità di creare una moneta virtuale globale. Riuscire ad effettuare transazioni in tempo reale senza dover avere un conto corrente o un rapporto bancario, è diventato possibile.

Un esempio di nuovo banking è Paypal, il wallet digitale più famoso al mondo, che ha trasformato la concezione del trasferimento di denaro. La sua facilità d’utilizzo e la sicurezza dei pagamenti online che offre, hanno reso famosa questa azienda facendone diffondere l’uso dei servizi ad una velocità strabiliante. Un’altra piattaforma che si sta facendo strada nel settore dei pagamenti digitali è Apple Pay.

Indi per cui per le persone sta diventando quasi inutile lo spazio fisico delle banche, mentre è necessario erogare servizi online e fare quindi digital banking. Gli istituti bancari non scompariranno, ma devono adattarsi al cambiamento e abbracciare la digital transformation, perché è questo che richiede il cliente tipo. 

 

Spero che questo articolo ti abbia dato tutte le informazioni necessarie su quali sono i cambiamenti portati dalla digital transformation nel settore bancario e come l’innovazione tecnologica ha trasformato il settore finanziario. Per qualsiasi dubbio o domanda, o se vuoi che realizziamo un articolo su uno specifico argomento, non esitare a contattarci!

 

articolo by Miriana Piccari

Startup

Mentors

Settimane

Demo Day

Get In Touch

 

Dove siamo: in Brianza (provincia di Monza) e a Londra. Ma facciamo tutto online.

Date: dal 21 Settembre 2020 al 30 Ottobre 2020

Telefono: +44 (0) 7483 132148

Email: info@its-campus.com

Orari: L-V | 9:00 - 18:00

 

200