• Readers Rating
  • Rated 5 stars
    5 / 5 (1 )
  • Your Rating


Early Adopter

Un Early Adopter è uno dei primi utenti o clienti di una startup che può rivelarsi fondamentale nelle fasi iniziali di lancio sul mercato. Di fatto, i primi utilizzatori di un prodotto o servizio possono fare da pionieri e promuoverlo per accelerarne la diffusione.

Continua a leggere questo articolo per saperne di più. Nei prossimi capitoli vedremo: traduzione e significato del termine, chi sono, la Early Adopters curva (Innovators, Early Adopter, Early Majority, Late Majority, Laggards), situazione in Italia e libri utili (Crossing The Chasm).

 

Early Adopter: traduzione e significato

La traduzione di Early Adopter è primo adottante o per meglio dire primo utilizzatore. Il termine viene utilizzato per la prima volta nel 1962 da Everett M. Rogers nel suo libro Diffusion of Innovations.

 

early adopter traduzione e significato

Images from It’s Campus

 

Everett M. Rogers era un professore e presidente del dipartimento di comunicazione e giornalismo dell’università del New Mexico. Nel volume, spiega come avviene la diffusione delle nuove idee innovative e in particolare dice:

 

Le innovazioni si percepiscono inizialmente come incerte e rischiose. Per superare l’incertezza, la maggior parte delle persone cerca altri simili che hanno già adottato la nuova idea. Il processo di diffusione, pertanto, si sviluppa grazie ad alcuni individui che per primi adottano un’innovazione e diffondono la parola nella loro cerchia di conoscenze.

 

Il significato del termine Early Adopter è proprio quello di classificare tutti questi precursori in una categoria specifica di membri con caratteristiche precise in comune, ovvero gli utilizzatori precoci delle nuove tecnologie.

 

Chi sono gli Early Adopters? Definizione

Gli Early Adopters sono tutte quelle persone che per prime utilizzano una nuova tecnologia, risultando importanti per le startup che desiderano diffondere nuovi prodotti, servizi o tecnologie sul mercato.

Infatti, un Early Adopter è anche chiamato trendsetter per la sua abilità di influenzare le masse. Questi individui vengono ritenuti molto influenti e con elevato status economico, sociale e istruttivo.

 

early adopters chi sono

Free to use Images from Canva

 

Perché gli Early Adopters sono importanti per le startup? Scopo e vantaggi

L’acquisizione dei “primi utilizzatori” è un passaggio chiave del lancio di un prodotto innovativo sul mercato.

Gli scopi degli Early Adopters per una startup sono:

  • ottenere feedback utili sul prodotto;
  • testare la nostra idea prima del lancio sul mercato;
  • ricevere finanziamenti utili a migliorare il prodotto;
  • stabilire se la massa della popolazione accetterà la nostra innovazione o meno;
  • generare un importante passaparola e sponsorizzazione del prodotto (in caso di apprezzamento);
  • rafforzare la reputazione e favorire l’acquisizione di nuovi clienti.

 

Non sono esclusivamente le startup a beneficiare degli “adottanti”, piuttosto i tornaconti sono reciprochi.

I vantaggi di un Early Adopter sono:

  • ricevono un accesso unico ad una nuova tecnologia rispetto alla massa;
  • ottengono un’assistenza clienti di prima classe come (dipendente dedicato a loro e al miglioramento del prodotto, sconti, termini di condizioni generosi, ecc…).

 

In poche parole si tratta di una relazione reciprocamente vantaggiosa sia per l’utilizzatore che per la startup. Queste relazioni servono a prevenire i rischi, non perdere tempo, fatica e soldi e favorire il diffondersi dei prodotti alla vasta clientela.

 

Scopri qui un percorso di tre mesi ideale e valida la tua idea di startup senza aspettare anni.

 

Scopri il Programma da Zero a Startup

 

Early Adopter curva

La Early Adopters curva è solo una parte della Technology Adoption curve o curva di adozione della tecnologia. Che cos’è questa parabola?

Nel 1962, Everett M. Rogers, attraverso il libro “Diffusion of Innovations”, ha ideato e proposto la sua teoria ed introdotto questo diagramma per rappresentarla visivamente.

La Technology Adoption curve descrive l’andamento con il quale un’innovazione si diffonde e si suddivide in cinque differenti sezioni che rappresentano le diverse tipologie di clienti.

 

technology adoption curve

Free to use Images from Google Images

 

Come vedi dall’immagine della curva, le specie di clienti descritte sono:

  1. Innovators;
  2. Early Adopter;
  3. Early Majority;
  4. Late Majority;
  5. Laggards.

 

Innovators

Gli Innovators sono i primi clienti a provare un’innovazione (2,5%).

Gli innovatori sono dei veri e propri sperimentatori ben disposti a correre dei rischi. Generalmente i più giovani, possiedono la più alta classe sociale e grande capacità finanziaria. Inoltre, hanno alte conoscenze tecniche e strettamente connesse alle fonti scientifiche. Questi soggetti assumono elevati rischi e potrebbero alla fine fallire, ma le buone risorse finanziarie li aiutano ad assorbire questi possibili fallimenti

 

Early Adopter

Gli Early Adopters sono il secondo gruppo ad adottare una nuova tecnologia (13,5%).

Queste persone possiedono meno conoscenze tecniche ma hanno il più alto grado di influenza sulle opinioni delle masse. In generale sono giovani, hanno uno status sociale elevato e buone possibilità finanziarie. l’istruzione è solitamente elevata e spesso si attivano sui social media e rilasciano recensioni sui prodotti. Questi soggetti si dimostrano meno temerari degli innovatori e più cauti e protesi alla valutazioni dei rischi.

 

Early Majority

Gli Early Majority sono il terzo gruppo ad adoperare le nuove tecnologie (34%).

La maggioranza precoce subentra non appena il prodotto incomincia ad avere un “appeal” sul mercato. Questi utenti sono già più avversi al rischio e necessitano di raccomandazioni, quali: il prodotto è stabile, non ha grossi rischi, è richiesto dal mercato, ecc… Insomma, non si tratta di veri e propri leader di pensiero e influenzatori ma subiscono l’influenza degli Early Adopter nelle loro decisioni di adozione dei prodotti.

 

Late Majority

La Late Majority è il quarto gruppo di adottanti delle innovazioni (34%).

La maggioranza tardiva inizia ad essere una categoria piuttosto scettica. Questi utenti adottano i prodotti solo quando diventano ben collaudati e senza rischi. Queste persone hanno uno status sociale inferiore, scarse risorse economiche e minimi contatti con i nostri Early Adopters. Di conseguenza saranno anche meno propensi a subirne le influenze. 

 

Laggards

I Laggards (ritardatari) sono l’ultimo gruppo di individui ad adottare le nuove tecnologie (16%).

Queste persone arrivano per ultime e hanno una vera e propria avversione ai cambiamenti, tendono ad essere avanzati nell’età e si concentrano sulle “tradizioni”. Quasi sempre hanno il più basso status sociale e scarse possibilità finanziarie. Socialmente non hanno contatti con gli “adottanti precoci” ma soltanto con la famiglia e gli amici intimi e perciò non ne subiscono l’influenza.

 

Partecipa al nostro acceleratore per startup per arrivare a presentare la tua idea davanti a un board di investitori.

 

Info Sull’Acceleratore Equity Free

 

Esempi di Early Adopter in Italia e all’estero

Vediamo ora alcuni esempi Di Early Adopter in Italia e all’estero.

 

Gli Early Adopters in Italia

Le startup italiane sono una realtà solida, ricca di talento e ottime idee interessanti. Ti riporto di seguito un paio di esempi di possibili Early Adopter in Italia.

 

1 – Italy in box

Italy in box è una startup innovativa del settore turistico in Italia. Di seguito un video di spiegazione del suo pitch deck.

 

 

Italy in box ti consente di visionare le strutture di un viaggio ancora prima di acquistarlo. In che modo? Grazie a un cofanetto che contiene un cardboard VR dove inserire il tuo smartphone e visionare l’intero catalogo digitale in modalità immersiva.

Un esempio di early Adopter in Italia potrebbe essere rappresentato dai primi adottanti di questa tecnologia inedita del settore turistico. Probabilmente si tratta di un target formato da persone di età compresa tra i 18 e i 50 anni sia uomini che donne, italiani, amanti dei viaggi e con una propensione positiva alle ultime tendenze e tecnologie.

 

2 – HeartWatch

HeartWatch è una startup italiana di successo nell’ambito della salute. Di seguito un breve video di spiegazione dei suoi ideatori.

 

 

HeartWatch è una app che serve per controllare i parametri dei degenti ricoverati. Nasce nel 2017 al Politecnico di Milano dalle idee di Luca Iozzia, Guido Magrin e Roberto Salamina. Life Tech Fusion l’ha finanziata per 302 mila euro e ha vinto l’edizione italiana dell’Open Innovation Contest del 2019.

Un secondo esempio di Early Adopters in Italia è rappresentato dai fruitori precoci di questa applicazione. L’adottante tipo è una persona di età compresa tra 18 e i 60 anni, sia uomo che donna e sensibile alle problematiche di salute del cuore e coinvolta all’utilizzo della tecnologia.

 

Gli Early Adopters stranieri

Un classico esempio di Early Adopters straniero vincente per una startup estera e per la diffusione della sua idea è Nespresso.

 

 

Nel 1976, Nestlé ha lanciato sul mercato la sua macchinetta del caffè per preparare l’espresso con le capsule ma fece fatica a diffondersi per molti anni. Ebbene, questa tecnologia non aveva ancora individuato i suoi Early Adopters.

Poi, nel 2006, vengono individuati gli Early Adopter: le donne tra i 30 e i 50 anni sensibili alle tendenze, mode e novità e scelto George Clooney come testimonial per sponsorizzarsi e catturare l’attenzione del target. Ecco che L’approvazione dei primi adottanti ha permesso di superare le diffidenze e creato una moda.

La famosa azienda non era ovviamente interessata solo a quel determinato tipo di audience, ma consapevole che conquistandola, avrebbe ottenuto buone possibilità di diffondere le capsule a tutte le altre tipologie di clienti e così è stato.

 

Risolvi le problematiche legate alla tua startup grazie a un network professionale di mentor specializzati.

 

Info sui Servizi di Mentoring

 

Libri utili sugli Early Adopters: Crossing The Chasm

I due libri principali e più importanti sull’argomento sono sicuramente:

  1. Diffusion of Innovation;
  2. Crossing the chasm.

 

1 –  Diffusion of Innovation

Il noto libro di Everett M. Rogers illustra come le nuove idee si diffondono. L’ultima edizione analizza le eccezioni come internet che si è diffuso più rapidamente di qualsiasi altra invenzione. L’autore approfondisce la tematica della rete e del web e spiega come gli essere umani hanno cambiato modo di esprimere e comunicare le nuove idee mediante tale strumento.

 

2 –  Crossing the chasm

Nel 1991, Geoffrey A. Moore pubblica la prima versione che è ritenuto la bibbia del marketing imprenditoriale. Il titolo si traduce con l’espressione “attraversa l’abisso” e Il saggio espone la teoria vista spiegando da subito la presenza di un divario tra gli Early Adopter e gli Early Majority.

Moore esplora queste differenze e suggerire tecniche per attraversare con successo il “burrone” tipo: scelta di un mercato di riferimento, la comprensione dell’intero concetto di prodotto, il posizionamento del prodotto, la costruzione di una strategia di marketing, la scelta del più appropriato canale di distribuzione e dei prezzi.

 

Conclusione

Spero che questo articolo ti abbia dato tutte le informazioni che cercavi sull’Early Adopter, chi sono, la curva e esempi. Per qualsiasi dubbio o domanda, o se vuoi che realizziamo un articolo su uno specifico argomento non esitare a contattarci! (contatti).

 

articolo by Igor Esposito

Startup

Mentors

Settimane

Demo Day

Get In Touch

 

Dove siamo: in Brianza (provincia di Monza) e a Londra. Ma facciamo tutto online.

Date: dal 21 Settembre 2020 al 30 Ottobre 2020

Telefono: +44 (0) 7483 132148

Email: info@its-campus.com

Orari: L-V | 9:00 - 18:00

 

200